0

Menta Campestre | Mentha arvensis

La menta campestre (Mentha arvensis L.) è una pianta perenne della famiglia delle Lamiaceae  ampiamente diffusa in Europa, Asia e Sud America; si presenta in forma di cespuglio che può raggiungere i 60 cm.; possiede delle foglie ovali di colore verde scuro, ricoperte da peluria e se strofinate emanano l’ intenso odore caratteristico. Il nome di genere Menta deriva dal greco Myntha, una ninfa dei fiumi, mentre il nome specifico arvensis deriva dal latino arvus = campo, e ne caratterizza l’habitat montano-collinare, in particolare in zone umide, al margine di campi coltivati, e nei prati incolti.

Dalla parte aerea della Mentha arvensis si estrae un olio essenziale molto ricco di mentolo, in quantità più elevata rispetto alla Menta piperita, per cui la sua azione officinale risulta più intensa, ma anche più energica. Ha una profumazione fresca, balsamica, mentolata con note erbacee e dolci, che stimola il sistema nervoso contro stanchezza fisica e mentale, mancanza di concentrazione e affaticamento. L’olio essenziale ha proprietà disinfettanti, antisettiche, digestive, carminative e antinfiammatorie, utili per favorire le funzioni epatiche e digestive, stimolare la peristalsi gastro-intestinale, contrastare la formazione dei gas intestinali e favorirne l’eliminazione.

L’olio essenziale, molto concentrato, non va utilizzato puro, sia per uso interno che esterno. Viene utilizzato principalmente come balsamico in prodotti per l’igiene orale ma è apprezzato anche per le sue proprietà antibatteriche, tonificanti e contro il mal di testa. L’azione antisettica e antipiretica giova in caso di malattie da raffreddamento ed influenza, febbre, stomatiti e afte; è utilizzato in uso interno, per eliminare vermi intestinali, in quanto favorisce, in breve tempo, l’espulsione di parassiti. L’olio essenziale di menta aiuta a diminuire il disagio di nausea e vomito per cui può essere utile per contrastare il mal d’auto. Ha azione disinfettante del cavo orale, molto utile contro l’alitosi per deodorare l’alito. Grazie alle sue proprietà antisettiche, antinfiammatorie ed antipruriginose è utile nel trattamento di foruncoli, tigna, scabbia e dermatosi. Per queste proprietà calmanti viene efficacemente usata come rimedio contro le punture di insetti.

In aromaterapia trova utilizzo nell’alleviare l’affaticamento mentale e nel favorire la concentrazione. L’olio essenziale di menta svolge infatti un’azione tonificante, utile in caso di affaticamento psico-fisico e problemi di tipo neurovegetativo, dovuti a stati di stress, come ansia, insonnia, depressione; è altresì considerato uno dei migliori digestivi presenti in aromaterapia, in quanto esplica azione stomachica, carminativa, colagoga e antispasmodica. È utile in caso di meteorismo, flatulenza, indigestioni, colite, diarrea, spasmi, dispepsie e quasi tutti i disturbi legati all’apparato digerente.

Articoli correlati