0

Levistico | Levisticum officinale Koch

Il levistico nome scientifico Levisticum officinale), noto anche come sedano di monte o prezzemolo dell’amore è una pianta erbacea perenne della famiglia delle Apiaceae, il cui fusto eretto può crescere fino all’altezza di 2 metri. Le foglie, come aspetto e sapore ricordano quelle del sedano.

Originario del Mediterraneo orientale, in particolare dell’Iran, si è poi diffuso anche in Italia, soprattutto nelle zone alpine ed appenniniche e cresce sia spontaneamente che all’interno di orti coltivati. Già i Romani lo impiegavano largamente in cucina ed era un ingrediente del ‘garum‘, la salsa a base d’interiora e pesce salato usata per condire primi e secondi piatti.

Fin dal Medioevo veniva utilizzato per calmare il dolore, ed in particolare è legato alla tradizione monastica. Sono i benedettini, infatti, a coltivarlo nel loro “giardino dei semplici” insieme ad altre piante officinali.

Il levistico prende il nome dal latino “levare”, cioè togliere, con riferimento alle sue proprietà lenitive.  Tuttavia, le proprietà e benefici del levistico sono molteplici: diuretiche, antiedemiche, antireumatiche, deodoranti, antisettiche, carminative, toniche e digestive. Tali proprietà sono dovute alla presenza di contenuti come resine, vitamine, oli essenziali, zuccheri e tannini che ne esaltano la sua funzione curativa.

Grazie alle resine, tannini, zuccheri, vitamina C, oli essenziali il levistico può essere impiegato come fitoterapico (soprattutto le radici, ma anche le foglie ed i semi) per la sua potenziale azione diuretica, antispastica e disinfettante, ritornando utile per la cura di disturbi a carico dell’apparato urinario come la renella, le infiammazioni renali e la ritenzione idrica. La sua azione diuretica è dovuta essenzialmente alla presenza di un olio essenziale contenuto nella radice della pianta e che stimola l’eliminazione delle urine impedendo la perdita dei sali minerali.

I principi attivi contenuti nel levistico aiutano ad alleviare i disturbi digestivi, ma anche a curare patologie a carico dell’apparato respiratorio come tonsilliti e bronchiti.

L’impiego del Levistico è controindicato in gravidanza, in allattamento ed in caso di ridotta funzionalità renale e/o cardiaca.

Tra le numerose proprietà e benefici c’è anche quella di detergere e profumare la pelle, per questo viene usato per bagni detergenti e come deodorante. Basta aggiungere all’acqua della vasca un pugno di foglie, semi e fiori.

In cucina le foglie fresche di levistico, simili a quelle del sedano e molto profumate,  possono essere utilizzate sia crude in misticanza che come condimenti per risotti e zuppe.

Articoli correlati