0

Cascarilla Croton Eluteria

Conosciuto anche come piccola corteccia, è arbusto appartenente alle euforbiacee (Croton eluteria), nativo dei Caraibi, Isole Bahama (Andros, Long, New Providence, Eleutheria), Antille, Cuba, Giamaica, Vera Cruz, Haiti, Perù. Paraguay).

Il nome croton deriva dal greco kroton = ricino, oppure zecca, per la somiglianza dei semi a questo insetto; Eluteria o Eleutheria dal nome di una delle Isole Bahama (Lucaie) dove la pianta alligna.

La parte usata è la corteccia del fusto. La corteccia dei rami (detta anch’essa cascarilla), di odore gradevole e sapore amaro, è usata in liquoreria, e serve inoltre per preparare tinture, infusi, estratti idroalcolici. L’estratto di cascarilla viene appunto ricavato dalla corteccia, ed è particolarmente apprezzato in fitoterapia per il suo profilo chimico, dove si possono citare tannini, resine e un olio essenziale che contiene tra gli altri limonene e vanillina. Oltre a rappresentare una sostanza aromatizzante, possiede proprietà febbrifuga, tonica, stimolante, digestiva: è dunque indicato in caso di febbre, dissenteria, dispepsia, stanchezza. Alle dosi consigliate non presenta effetti collaterali di rilievo. Alle dosi consigliate non presenta effetti collaterali di rilievo.

L’olio essenziale estratto per distillazione della cascarilla: è un liquido volatile, giallo verdastro, di odore canforaceo e sapore debolmente aromatico, solubile in alcol e in etere; contiene: sesquiterpeni 33 %, cimolo 13 %, limonene 8,8 %, eugenolo 0,3 % ed acidi liberi ca. 2 %, tra cui acido cascarillico. Tra gli altri componenti della corteccia del fusto sono stati segnalati: una sostanza amara (cascarillina), basi aminiche, verosimilmente betaina, vanillina, grasso, sostanze coloranti, acido gallico, resina, vitamina B1 876,3 g % nella droga essiccata, sali di calcio e di potassio, ceneri 11%.,

Articoli correlati