0

Blumea balsamifera

Blumea balsamifera è una pianta spermatofita dicotiledone appartenente alla famiglia delle Asteraceae.

È utilizzata in fitoterapia per la cura del raffreddore comune e come diuretico nella medicina tradizionale filippina, dove è comunemente nota come sambong; è utilizzata anche nella medicina tradizionale thailandese e cinese.

Nella maggior parte delle Filippine, la B. balsamifera è chiamata sambong in tagalog, ma in visaya è nota con il nome di bukadkad e in iloko è chiamata subsob, subsub o sobsob.

I suoi impieghi principali sono come diuretico e per trattare i sintomi del raffreddore comune di cui allevia i sintomi. Come diuretico, il sambong è un’erba utilizzata per trattare l’urolitiasi (calcoli renali o del tratto urinario) e le infezioni del tratto urinario e per ridurre la pressione arteriosa del sangue. I

l sambong agisce anche come espettorante, antidiarroico e antispasmodico. Talvolta è utilizzato anche come astringente per le ferite. L’impiego del sambong è approvato dal Dipartimento della Salute filippino, dall’Institute of Traditional and Alternative Health Care e dal Bureau of Plant Industries del Dipartimento dell’Agricoltura.

I principi attivi si trovano nell’olio essenziale, estratto dalle foglie del sambong, che contiene principalmente canfora e limonene, ma anche tracce di borneolo, saponina, sesquiterpene e tannino, acido miristico e palmitico.

Oltre agli utilizzi come medicinale, può anche essere usata come pianta secca decorativa.

Articoli correlati