0

Bacopa | Bacopa monnieri

La Bacopa monnieri è il nome scientifico dell’issopo d’acqua. Altri nomi: waterhyssop, brahmi, gratiola con foglia di timo, erba della grazia, pennywort indiano. Questa pianta è utilizzata da migliaia di anni in India nella medicina tradizionale ayurvedica e viene chiamata Brahmi, dopo Brahmā, il dio creatore del pantheon indù.

Le origini infatti di questa pianta sono legate alle terre dell’India e il suo uso come medicamento era indicato per problemi di asma, epilessia e disturbi mentali. In India viene detto che questa pianta aiuta in tutti i problemi di salute mentale perché essa può “aprire la porta della piena conoscenza”.

La Bacopa è un’erba perenne, strisciante originaria delle zone umide dell’India meridionale e orientale; appartiene alla famiglia botanica delle scrofulariaceae ed è una piantina con foglie spesse carnose e piccoli fiorellini bianchi che sbocciano tra aprile e settembre. Si sviluppa sino a 20 centimetri di altezza e il suo fusto resta sotto il livello dell’acqua mentre le foglie e i fiori restano al di sopra.

Le foglie di questa pianta sono succulente, oblunghe e spesse 4-6 mm (0.16-0.24 in). Le foglie sono oblanceolate e sono disposte in senso opposto (deccusato opposto) sul gambo. I fiori sono piccoli, attinomorfi e bianchi, con 4-5 petali. Pertanto la Bacopa ama vivere negli ambienti umidi e paludosi nelle vicinanze dei laghi, dei torrenti e delle pozze d’acqua. Può persino crescere in condizioni leggermente salmastre. La propagazione è spesso raggiunta attraverso talee.  Le zone in cui maggiormente cresce spontanea sono le aree dell’Asia orientale, degli Stati Uniti meridionali in particolare in florida e nel Sud-Est asiatico tra la Cina, il Nepal e lo Sri Lanka.

I costituenti chimici meglio caratterizzati in Bacopa monnieri sono saponine triterpenoidi tipo dammarano note come bacosidi, con unità jujubogenin o pseudo-jujubogenin come unità aglicone. I bacosidi comprendono una famiglia di 12 analoghi noti. Il componente più studiato è stato il bacoside A. Nello specifico sono stati identificati alcuni singoli principi attivi quali lo stigmasterolo, l’acido betullico, il beta-sitosterolo e la bacosaponina. L’azione attiva sulla funzionalità cognitiva dell’uomo è stato collegata alla presenza invece di bacosidi. Tutte queste sostanze sono state estratte dalle foglie e dal fusto della Bacopa per preparare rimedi salutari per il corpo. Da queste estrazioni si ottengono varie forme di rimedi dagli sciroppi ai decotti, dalle fiale monodose alle compresse, dai succhi alle polveri, dagli estratti idroalcolici agli oli di essenze. Ciascuna di queste forme ha una sua specifica modalità di assunzione e una sua posologia.

L’uso della pianta fresca è anche esso una forma di assunzione e il vantaggio di questa pianta è anche il suo sapore gradevole che le permette di entrare nelle ricette di cucina in associazione ad altre verdure o erbe aromatiche. Proprietà della Bacopa nelle diverse tradizioni.

Secondo la medicina ayurvedica la Bacopa è una pianta indicata per il trattamento di tutte le malattie cerebrali. Il suo effetto cura ogni malattia mentale dai problemi di memoria, ai disturbi psicologici e nervosi. Inoltre in caso di nevralgie e varie forme di mal di testa soprattutto se di origine nervosa la Bacopa è un valido rimedio naturale. Quindi la Bacopa viene assunta principalmente per le sue proprietà benefiche sul cervello ma è anche un ottimo ansiolitico naturale che contrasta lo stress, la depressione e l’ansia. La Bacopa, oltre ad essere un valente neuroprotettivo e ansiolitico naturale, possiede anche altre ottime proprietà quali un’azione antinfiammatoria generale dell’organismo, un’azione cardioprotettiva dell’apparato circolatorio, un’azione di sostegno per apparato respiratorio e digestivo.

In medicina tradizionale cinese viene anche utilizzata come tonico generale che aiuta persino nei problemi di attività sessuale soprattutto maschile come eiaculazione precoce, impotenza e sterilità.

In America invece viene utilizzata per il trattamento del dolore non acuto e come diuretico e lassativo naturale in forma di decotto. In particolare le forme di assunzione della bacopa sono in questo paese usate come estratti freschi e succhi. In questo caso i principi attivi comprendono flavonoidi, saponine, epigenina, sucurbitacina, luteolina, vitamina C e sali minerali quali ferro, calcio e fosforo.

La bacopa monnieri è considerata come un tonico generale per contrastare lo stress. Gli esiti scientifici tendono a dimostrare che la gestione di questa pianta consente di modificare le concentrazioni di alcuni neurotrasmettitori in determinate condizioni di stress, in particolare in caso di mancanza di sonno.

Articoli correlati