0

Cade Juniperus Oxycedrus

Il ginepro rosso (Juniperus oxycedrus L.) è una pianta a portamento arbustivo, presente in Italia, appartenente alla famiglia delle Cupressaceae. È una specie caratteristica della macchia mediterranea. Cresce su terreni rocciosi, dal livello del mare a 1600 m di altitudine.

Ha portamento eretto come il ginepro comune, e può superare gli otto metri d’altezza. Si distingue dal ginepro comune osservando le foglie (aghi), che presentano due righe bianche anziché una; dette righe bianche sono le file di stomi.

Una sottospecie importante è: Juniperus oxycedrus L. ssp. macrocarpa, il cui nome comune è “ginepro coccolone“; è caratterizzata dai galbuli più grandi e da una maggiore rarità. Anche questa sottospecie ha due righe bianche negli aghi, ma questi sono più corti e la pianta ha un portamento meno verticale.

Dal fusto del ginepro rosso si ricava un legno pregiato e resistente, scuro e profumato (emana un profumo di incenso), duro da lavorare. In Italia il taglio oggi è vietato. Veniva utilizzato in passato per la realizzazione delle travi delle case o per la copertura degli ovili nella zona dei Supramontes. Nell’isola di San Pietro era presente un bosco che nella prima metà del 1700 permise la costruzione dei tetti del primo nucleo abitativo di Carloforte.

Fornisce, inoltre, un catrame vegetale ancor oggi impiegato nelle affezioni locali della pelle, incorporato in pomate.

Tutt’oggi dal legno si ottiene, per distillazione, l’olio essenziale di Cade che viene utilizzato per la preparazione di shampoo antiforfora e di lozioni rinforzanti per i capelli.

I galbuli, contengono al loro interno un olio che viene utilizzato in cucina come aromatizzante; vengono utilizzati anche nella preparazione di distillati come il Gin.

Può essere allergenicoQuesta pianta rientra nella lista del Ministero della Salute per l’impiego non ammesso nel settore degli integratori alimentari.

Articoli correlati