0

Appio Ammi Majus

L’Appio (Ammi Majus L.) è una pianta erbacea annua appartenente alla famiglia delle Apiaceae originaria dell’Egitto, Iran e India. E’ noto anche come Visnaga maggiore, Rizomolo, Capobianco, Bishop’s weed, Ammi des boutiques e Khillah.

L’ammi è una pianta annua a distribuzione euromediterranea presente in tutte le regioni d’Italia salvo che in Valle d’Aosta e Trentino-Alto Adige, ma più comune al centro-sud. Cresce in ambienti ruderali, negli incolti e nelle colture sarchiate, al di sotto della fascia montana; fiorisce da Aprile a Luglio ed i fiori possono essere bianchi o bianco-verdastri. Periodo di fioritura: maggio-luglio.

La pianta è utilizzata come fonte di sostanze per produrre psoraleni, farmaci indicati nella vitiligine; già gli antichi Egizi la usavano per applicazioni locali contro le macchie leucodermiche.

Il nome generico era già usato da Galeno e Dioscoride per indicare una pianta africana; quello specifico in latino significa “maggiore”’.

Ha una tossicità altissima; ne è proibito l’uso in cosmetica, non è ammesso nel settore degli integratori alimentari e può causare patologie varie tra cui lo sviluppo di tumori.

Storicamente veniva utilizzato per la pelle, ma, a causa dei suoi contenuti altamente tossici, non è utilizzabile nella pratica fitoterapica.

Contiene furocumarine, composto glicosidico amorfo, tannino, oleoresina, olio fisso e ossalato di calcio.

Articoli correlati