0

Sedano rapa | Apium graveolens

Il sedano rapa (Apium graveolens var. rapaceum) è una varietà di sedano e appartiene alla famiglia delle Apiaceae.

Il sedano rapa è una varietà botanica di sedano, molto diverso rispetto a quest’ultimo:  è grosso e di forma tonda, irregolare e bitorzoluta dotato di foglie e steli verde scuro e una radice bruna all’esterno e bianca all’interno. Risulta praticamente inodore e va consumato senza strato superficiale; per la precisione, la parte edibile è la radice. Il sedano rapa è anche chiamato sedano di Verona. La sua stagionalità è molto ampia, tant’è che è reperibile in commercio da agosto a marzo. Il momento ideale per l’acquisto di questo ortaggio è quando la radice raggiunge il suo peso ideale, stimato tra i 600 e i 700 grammi.

È molto diffuso in Europa orientale e settentrionale, in cui viene consumato sia crudo che cotto, all’interno di insalate, zuppe o stufati. Il sapore del sedano rapa è simile a quello del classico sedano, mentre la consistenza della radice è simile a quella delle patate. 100 grammi di sedano rapa apportano 23 calorie ripartite come segue: 33% proteine; 4% lipidi; 63% carboidrati.

Al sedano rapa sono attribuite importanti proprietà paragonabili a quelle del sedano comune – disintossicanti, diuretiche e antinfiammatorie – utili contro un ampio spettro di disturbi tra cui reumatismi, affezioni polmonari e insufficienza epatica.

Grazie all’elevato quantitativo di fibre, inoltre, il sedano rapa aumenta il senso di sazietà, aiuta a ridurre la presenza di colesterolo e trigliceridi nel sangue e facilita l’attività intestinale. Il sedano rapa è ricco di vitamina C, vitamina B6, potassio, fosforo, manganese, fibre e antiossidanti. La presenza di fibre e antiossidanti lo rendono utili per contrastare i processi di invecchiamento ed infiammatori.

Poiché nel sedano rapa sono contenute delle proteine potenzialmente allergizzanti è bene che i soggetti con ipersensibilità o allergie alimentari prestino particolare attenzione al consumo di questo ortaggio.

Articoli correlati