IN PRIMO PIANOPillole di Conoscenza

Facebook non ci rende più felici, anzi è il contrario

Pillola di conoscenza

Facebook non ci rende più felici, anzi è il contrario

Facebook fornisce una risorsa inestimabile per soddisfare il basilare bisogno umano di connessione sociale, ci fa sentire tutti più vicini agli amici, ma piuttosto che migliorare il benessere, provoca il risultato opposto: lo mina, ovvero STUDIO SULLA RIVISTA «PLOS ONE»

Facebook non ci rende più felici. È il contrario

L’uso del social network mina (un po’) il benessere delle persone. L’utilizzo non indica stati di solitudine e malumore non ci aiuta a stare meglio. Più usiamo il social network e più intacchiamo il nostro benessere. La felicità diminuisce ad ogni clic. Certo, la diminuzione di contentezza è piccola (gli autori lo precisano nelle conclusioni), ma evidente. Di conseguenza va considerata.

Non dimentichiamo che il benessere è direttamente collegato alla longevità e ad altri fattori psicofisici. La preoccupazione è che la Rete sociale diventi deleteria nel tempo. Che possa in qualche modo logorare le persone con il passare degli anni. News, pensieri, foto, commenti, chat. Tutto finisce online sul nostro profilo, come se non ne potessimo fare a meno.

Kross E, Verduyn P, Demiralp E, Park J, Lee DS, Lin N, Shablack H, Jonides J, Ybarra O. Facebook use predicts declines in subjective well-being in young adults. PLoS One. 2013 Aug 14;8(8):e69841. doi: 10.1371/journal.pone.0069841. eCollection 2013.

Redazione amaperbene.it

AMAxBenE è l’acronimo di AliMentAzione per il BenEssere

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio