0
Altri Vegetali Dal Mondo Vegetale

Chiretta | Swertia Chirayita (Roxb. ex Fleming) Karsten

La Chiretta (Swertia chirayita (Roxb. ex Fleming) Karsten) è una pianta originaria delle zone temperate dell’Himalaya, cresce ad elevate altitudini, tra i 1200 e i 2100 metri nella zona tra il Kashmir e il Bhutan, preferi-bilmente in zone ombreggiate.

Si tratta di una pianta erbacea annuale/biennale appartenente alla famiglia delle Gentianaceae, alta fra i 60 cm e 1,5 m. Il fusto è eretto, di colore arancio/marrone o violaceo con la parte centrale a sezione cilindrica e quella superiore a sezione quadrangolare con un con un solco marcato su ogni angolo. Le foglie sono lanceolate, opposte, sessili, con margine cordato e apice acuminato, con 5/7 nervature e lunghe circa 4 cm. La radice è semplice, giallastra, piuttosto obliqua, affusolata e corta, di circa 7-8 cm e spessa 1,20 cm. I fiori sono piccoli, numerosi, tetrameri, in pannocchie con foglie larghe, verdi-gialle con peli viola e verdi o bianchi. Il calice è gamofillo con quattro lobi. Gli stami sono 4, di fronte a lobi della corolla, alla base della corolla. Ovario uniloculare e 2 stigma. Il frutto è una capsula a forma di uovo, con un pericarpo giallastro semitrasparente. I semi sono numerosi, molto piccoli, di colore marrone scuro. La corolla multicolore e la presenza del nettare incentiva l’impollinazione.

Il nome al genere della pianta fu dato da Linneo e dedicato al giardiniere-botanico olandese Iman Sweert (lat. Swertius), celebre coltivatore di piante bulbose, autore del Florilegium (1612) che illustra le più belle piante allora coltivate nei giardini.

I principi attivi presenti nella pianta comprendono: xantinoni, lignani, alcaloidi, flavonoidi, terpenoidi, iridoidi e altri composti come l’acido palmitico, l’acido oleico e l’acido stearico. Tra gli xantoni troviamo la chiratina, presente in varie parti della pianta: tra gli altri componenti attivi troviamo poi l’amarogentina, la swertiamarina, la mangiferina e la swerichirina.

Alla pianta vengono attribuite diverse proprietà: amaro-tonica ed eupeptica; carminativa; antibatterica, antifungina, antivirale, antinfiammatoria, depurativa e altre come quella antidiabetica e antiossidante. La Swertia aiuta in caso di tosse, asma e infezioni bronchiali. Possiede un’azione purificante sulla pelle.

Controindicazioni: al momento non sono state rilevate controindicazioni. Per precauzione se ne sconsiglia comunque l’uso in gravidanza e allattamento.

Articoli correlati