0

Lampone rosso | Rubus idaeus

Il lampone rosso (Rubus idaeus L., 1753) è un arbusto da frutto appartenente alla famiglia delle Rosaceae e al genere Rubus; l’omonimo frutto, di colore rosso e sapore dolce-acidulo, è molto apprezzato da solo o come ingrediente nelle preparazioni alimentari.

E’ un arbusto da frutto che può raggiungere 1,80 metri di altezza. Il fusto è caratterizzato da spine. Le foglie, caduche, sono formate da 3-5 foglioline con i margini seghettati. La pagina superiore della foglia è verde mentre quella inferiore è più chiara e argentea.

I fiori, bianco-rosati, si riuniscono in racemi. I frutti, i lamponi rossi, sono penduli e globosi, composti da piccole drupe di colore rosa-rosso. A maturazione si staccano dal ricettacolo che invece resta sulla pianta. Tra i lamponi ci sono varietà bifere, che producono frutti due volte all’anno, e unifere, che producono frutti una sola volta all’anno.

I frutti di lampone sono molto delicati per questo è necessario ridurre il più possibile le manipolazioni. La raccolta viene effettuata quasi sempre a mano e i frutti possono essere utilizzati freschi, surgelati o per la preparazione di marmellate. Le gemme vengono raccolte in primavera.

Cresce anche selvatico in zone collinari e di montagna del centro Europa. Il lampone predilige i luoghi parzialmente ombrosi e terreni sub-acidi e freschi.

Il termine “rubus” deriva dal latino “ruber” ovvero “rosso”, per il colore dei suoi frutti. Mentre “idaeus” sembra derivi dal Monte Ida, che si trova nei pressi di Troia nel Nord-Est della Turchia. Secondo quanto riportato da Dioscoride il Monte Ida era particolarmente popolato da questa pianta.

Il lampone rosso europeo presenta diverse cultivar, tra cui il lampone rosso rifiorente “Heritage” che fruttifica non una ma due volte l’anno.

Il lampone è una pianta mellifera e bottinata dalle api; è usato per ricavarne del miele, ma si produce quello monoflorale solo in certe zone dove è sufficientemente diffuso. I frutti sono normalmente utilizzati nella preparazione di confetture, sciroppi e gelatine. È da notare che la maggior parte delle cultivar di lampone commerciale non sono costituiti da Rubus idaeus puri, bensì da ibridi tra rubus idaeus e rubus strigosus, per quanto quest’ultimo in passato era comunque considerato una sottospecie di Rubus idaeus.

I principi attivi contenuti nella pianta sono i tannini, la vitamina C, il flavone e acidi organici. Come erba medicinale ed erba officinale il lampone può essere usato come diuretico e colagogo.

Il Rubus idaeus, agisce sul sistema ormonale femminile, in quanto è un regolatore dell’asse ipotalamo-ipofiso-gonadico e della secrezione ovarica, e perciò trova impiego in tutte le disendocrinie della sfera sessuale della donna e in ogni necessità di riequilibrare il ciclo mestruale. L’estratto di foglie e gemme è consigliato negli ultimi mesi di gravidanza per tonificare i muscoli dell’utero e migliorare le contrazioni.

La letteratura non riporta effetti collaterali alle dosi indicate, ad eccezione di sensibilità individuale alla pianta.

Articoli correlati