Dal Mondo Vegetale

Gomma karaja | Sterculia urens Roxb.

La gomma karaja è  un polisaccaride naturale ottenuto dalla scorza dell’albero Sterculia Urens, pianta appartenente alla famiglia delle Malvaceae che cresce in India.

Sterculia è un genere di alberi e arbusti tropicali dalle grandi foglie simili a quelle dei castagni. Il nome deriva dal dio romano Sterculio e allude all’odore sgradevole dei fiori. In genere sono piante caducifoglie, che perdono le foglie durante la stagione secca. Le foglie sono piuttosto grandi, generalmente ovali o lobate. La disposizione delle foglie sui rami è variabile; in alcune specie hanno una caratteristica disposizione verticillata. I fiori, raccolti in infiorescenze, sono privi di veri petali; il calice ha però 5 lobi colorati che hanno l’apparenza di petali. Il loro odore sgradevole ha dato nome al genere. I frutti sono grossi follicoli, cioè frutti secchi che si aprono a maturità liberando i semi (tipicamente 5-6, in alcune specie anche uno solo).

Il genere Sterculia è rappresentato, allo stato spontaneo, nelle regioni tropicali e temperato-calde dell’Asia, dell’Africa, dell’Oceania e delle Americhe. Una pianta utile per bonificare e rimboschire terre nude e rocciose. La massima diversificazione di specie si ha in India e in Cina.

La pianta è ricca di polisaccaridi quali galattosio, ramnosio e acido glucoronico.

La gomma di karaya agisce aumentando il volume della massa che transita all’interno dell’apparato digerente. Attraverso questo meccanismo la sua assunzione stimola l’intestino a eliminare le feci, favorendo i movimenti intestinali. Per questo motivo la gomma karaya viene utilizzata come lassativo e la sua assunzione viene proposta principalmente in caso di costipazione. Inoltre è riportato l’uso della gomma guaraya come afrodisiaco, per aumentare il desiderio sessuale.

Nella realtà è possibile che l’assunzione di gomma di karaya sia davvero un rimedio efficace in caso di costipazione, anche se non risulta che l’Efsa (l’Autorità europea per la sicurezza alimentare) abbia autorizzato alcun claim che certifichi i possibili benefici derivanti dal suo utilizzo. Non ci sono nemmeno prove sufficienti a confermare i supposti effetti afrodisiaci di questo rimedio naturale.

Da alcune specie di Sterculia (particolarmente S. urens e S. scaphigera) si ricava la gomma sterculia (o gomma karaya), usata come additivo alimentare (E416): è un composto con funzione addensante, stabilizzante ed emulsionante. Altre parti della pianta hanno virtù medicinali (lassative).

Sterculia foetida e qualche altra specie sono utilizzate per alberature stradali nei climi adatti.

La corteccia può essere facilmente strappata dall’albero e produce una fibra utile per la fabbricazione di stoffe e corde. Anche il legno viene talvolta utilizzato.

L’assunzione di gomma karaya potrebbe interferire con quella di farmaci assunti per via orale in quanto le mucillagini presenti al suo interno sono presenti potrebbero ridurre l’assorbimento dei principi attivi. Per questo è bene assumere gomma di karaya almeno a un’ora di distanza da eventuali farmaci o medicinali che prevedono l’assunzione per via orale. In caso di dubbi è bene chiedere consiglio al proprio medico.

Il trattamento a base di gomma karaya è considerato sicuro per la maggior parte delle persone. Tuttavia è bene ricordare che la sua assunzione deve essere accompagnata da quella di abbondanti quantità di liquidi. In caso contrario il rischio che si corre è quello di ritrovarsi alle prese con un’ostruzione intestinale. Inoltre è bene ricordare che come molti altri lassativi anche la gomma karaya è controindicata proprio in caso di blocchi intestinali.

Attualmente non si hanno molte informazioni sulla sicurezza dell’assunzione di gomma karaya durante la gravidanza e l’allattamento. Per evitare rischi è bene consultare il proprio medico o il pediatra prima di assumerla.

Redazione amaperbene.it

AMAxBenE è l’acronimo di AliMentAzione per il BenEssere

Articoli Correlati