Dal Mondo Vegetale

Maro | Teucrium Marum L.

Il camedrio maro (Teucrium marum L., 1753) è una pianta suffruticosa, appartenente alla famiglia delle Lamiaceae, originaria dei paesi del Mediterraneo occidentale. Può raggiungere i 1500 m l.s.m.

Condivide il nome comune di “erba dei gatti” con la più conosciuta Nepeta cataria e la Valeriana officinalis per gli effetti simili sui felini (contiene una molecola con effetto simile ai feromoni felini).

La pianta è un piccolo arbusto legnoso, sempreverde e aromatico, alto 25–30 cm, con rami peloso-biancastri, fittissimi, sottilissimi e duri. Le foglie hanno il picciolo lungo 1–2 mm, la lamina ovale o a rombo, lunga 3–5 mm e larga 2–4 mm, lanceolate, con margine ripiegato in basso dalla metà superiore. La faccia superiore verde, l’inferiore quasi bianca, per la presenza di peli fittisimi. I fiori sono più grandi delle foglie e di colore rosa-violaceo peloso glandulosi, raccolti gli spicastri tomentosi, allungati, di varia densità, achemi runi più o meno pelosi. Ha odore caratteristico, intenso e pungente, di sapore amaro e molto piccante.

Cresce in ambienti rupestri aperti e soleggiati, su suoli primitivi ricchi in scheletro, aridi d’estate, su substrati sia calcarei sia silicei, dal livello del mare a 1200 m circa (raramente anche più in alto), ma con optimum nella fascia mediterranea. E’ diffusa presso le coste del mare della Dalmazia, le isole del Tirreno tra cui Sardegna, Corsica e quelle della Spagna. Periodo di fioritura: maggio-ottobre.

Il nome generico ricorderebbe Teucro, primo re di Troia, che secondo la leggenda avrebbe diffuso le virtù medicinali di alcune specie; il nome specifico deriva dal nome greco “màron”, usato da Teofrasto e Dioscoride per designare una fragrante pianta egiziana.

La pianta contiene diversi olii essenziali, tannini, marrubina, tannini, resina, flavonoidi ed una saponina acida che le conferiscono un odore intenso e pungente, tendenzialmente sgradito per l’uomo, ma molto apprezzato dai gatti che amano sfregarsi su questa pianta (da qui il nome volgare di Erba gatto); le sommità fiorite sono usate per le proprietà colagoghe mentre la polvere ha azione starnutatoria; la pianta ha un’azione eccitante sui gatti, da cui uno dei nomi italiani.

Vengono utilizzate le sommità fiorite della pianta, dotata di proprietà colagoghe; la polvere ha azione starnutatoria. Un tempo veniva utilizzato come disinfettante per gli animali.

Curiosità: Da questa pianta si ottiene un miele prelibato, prodotto di nicchia, che tradizionalmente viene raccolto in Ogliastra: nel 2012 il miele di Teucrium prodotto dal complesso forestale del Supramonte Ogliastrino (Urzulei, Baunei) ha ottenuto l’attestato di qualità al concorso della XXXVI Mostra Mercato Internazionale di Montalcino.

Redazione Ama per bene

AMAxBenE è l’acronimo di AliMentAzione per il BenEssere

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio