Frutta

Bananito

Getting your Trinity Audio player ready...

Il bananito, come suggerisce il nome, è un frutto esotico simile alla banana ma di dimensioni ridotte (8-10 cm): è quindi sfizioso come snack, ma è anche pratico e salutare. Come la banana classica, il bananito è una ricca fonte di vitamine e minerali, tra cui fosforo e potassio. Per quanto riguarda il gusto la banana ha una dolcezza più intensa e una polpa cremosa, mentre il bananito ha un sapore altrettanto dolce, ma con una nota delicata e succosa e un gusto che ricorda molto quello della mela. Il bananito presenta una buccia più liscia, più sottile e che si stacca molto più facilmente dalla polpa quando il frutto è ben maturo.

Originario del Centro America, questo frutto è principalmente importato da Colombia, Messico ed Ecuador, dove le piante sono coltivate ad altitudini tra i 1400 e i 1800 metri durante tutto l’arco dell’anno.

La banana baby, altro nome con cui è conosciuto questo frutto, è inoltre molto più digeribile della banana tradizionale ma anche di altre varietà meno conosciute come la banana blue java o il platano che addirittura si mangia cotto.

Proprietà del bananito

Il bananito, al pari delle sue sorelle, è un frutto esotico altamente ricco di fosforo, potassio, magnesio, ferro e vitamine C, A e del gruppo B, in particolare la B6. I principali benefici derivanti da un consumo quotidiano del bananito sono:

  • regolazione dell’intestino (alta digeribilità)
  • elevato apporto energetico, soprattutto se consumato nella prima parte della giornata
  • rafforzamento dell’apparato oculare (vitamina A)
  • accelerazione del metabolismo (vitamina B)
  • rafforzamento delle ossa (fosforo)
  • regolazione dell’equilibrio dei fluidi cellulari (potassio)

L’apporto calorico del bananito è di circa 92 Kcal per una dose di 100 g.

Ecco tutte le sue principali proprietà nutrizionali:

  • Valore energetico 100 g 89 Kcal
  • Carboidrati 22,8 g
  • Potassio 322 mg
  • Grassi 0,3 g
  • Fibre 2,6 g
  • Proteine 1,1 g

Usi

Il sapore dolce ed esotico del bananito lo rendono un frutto gustoso da assaggiare al naturale: sbucciandolo, affettandolo oppure abbinandolo a frutti tipicamente utilizzati per la preparazione di macedonie, come il kiwi (per il contrasto acre e quello molto dolce del bananito), la fragola, la mela e l’arancio.

Il bananito è inoltre un ingrediente molto utilizzato nella preparazione dei dolci: può essere infatti gustato proprio come la banana cavendish con del gelato (bananito split), fritto, oppure, secondo le tradizioni asiatiche, avvolto in una pastella a base di farina e latte di cocco e fiammeggiato al rum;

Molto apprezzato, infine, è il liquore al bananito che deve la sua consistenza cremosa proprio alla polpa di questo frutto piccolo ma dalle caratteristiche sorprendenti.

Redazione amaperbene.it

AMAxBenE è l’acronimo di AliMentAzione per il BenEssere, il sito amaperbene.it è indipendente, senza un editore e senza conflitti di interesse, non ospita pubblicità e, a differenza di molti altri siti di informazione, l’accesso ai nostri articoli è completamente gratuito. Per saperne di più contatta la redazione: redazione@amaperbene.it

Articoli Correlati